SveziaViaggi

Come e quando visitare Abisko, Lapponia Svedese

Abisko, nella Lapponia Svedese, è un paese situato nella parte settentrionale della Svezia, all’interno del Circolo Polare Artico, all’interno dell’area urbana di Kiruna. 

Benvenuti ad Abisko

Il paese consta di  una popolazione di soli 85 abitanti, secondo l’ultimo censimento del 2005, e sorge a poca distanza dal parco nazionale omonimo.

La visita di Abisko può iniziare dal Naturum, dove possiamo conoscere la fauna e la flora presenti all’interno del Parco Nazionale, i sentieri e le attrazioni della zona: come ad esempio l’Abiskojakka Canyon. La passeggiata all’interno del Canyon è adatta a tutti, perché il circuito ad anello prevede una percorrenza tra i 30 e i 45 minuti.

I sentieri sono adatti anche ai visitatori disabili, e il canyon si può visitare anche in pieno inverno. Il parco nazionale di Abisko è stato inaugurato nel 1909, ed è oggi il più antico sito naturalistico protetto della Svezia.

Tra fauna e flora

Passeggiando all’interno del Parco ci si imbatte in scoiattoli, martore, ermellini, lemming, renne e alci, ma non è difficile anche avvistare lupi, orsi o linci artiche. Lungo la passeggiata è possibile ammirare la cascata Karsafallen e altre piccole grotte lungo i sentieri boschivi di betulle.

abisko visitare

Il paesaggio del Parco cambia a seconda delle stagioni, passando dal verde brillante dell’estate, al giallo e rosso autunnale fino al bianco candido dell’inverno artico. Da non perdere anche il magnifico Lago Tornetrask che è il settimo bacino più grande e il secondo più profondo della Svezia (con i suoi 168 metri di profondità), e che copre buona parte della E10 che collega Abisko con Kiruna.

All’interno del Parco, comunque, vi sono tanti altri piccoli laghi molto suggestivi dove fermarsi anche solo per una breve sosta o un pic-nic. Tra questi: Lago Abeskojavri, Lago Vuolip Njahkajavri e il Lago Bajip Njahkajavri.

Vedere l’Aurora Boreale ad Abisko

Abisko è considerata la zona migliore per osservare l’Aurora Boreale in Lapponia, questo perché è una zona del Paese dove, per la maggior parte dell’anno, si ha un’assenza di nuvole e con un’aria estremamente secca.

L’Aurora Sky Station, sul Monte Nuolja, a 1000mt di altezza, è nota per essere un ottimo punto di avvistamento del caleidoscopico gioco di luci. È una postazione sita all’interno di un piccolo rifugio, completamente priva di inquinamento luminoso e per questo idonea all’avvistamento.

L’Aurora Sky Station è anche dotata di una stazione astronomica, e in un batter d’occhio vi troverete a toccare lo splendido cielo artico! Per raggiungere la stazione di avvistamento potrete utilizzare una seggiovia panoramica, l’Osservatorio è aperto fino alla fine di Marzo.

aurora sky station
L’Aurora Sky Station

Nel 2015 le Nazioni Unite hanno proclamato Abisko come il luogo più luminoso del Mondo, un posto davvero eccezionale dove ammirare le Aurore Boreali.

La Lapponia Svedese e i Sami

Se decidete di andare a far visita ad Abisko, dovrete entrare nell’ottica che si tratta di una cosa seria! Siamo in un luogo dove il sole non sorge per nove mesi, il Circolo Polare Artico è ben centinaia di chilometri più a Sud, e spesso si fatica ad adattarsi e a capire come qualsiasi forma vivente possa vivere con un clima così apparentemente ostile.

Benvenuti nel mondo dei Sami!

Il Popolo Sami è una popolazione indigena che raggiunge il numero di circa 75 mila abitanti, che vivono all’interno delle regioni più settentrionali della Finlandia e della Svezia.

Se viaggiate nel periodo invernale, sarete accolti da slitte trainate, allevamenti di renne, igloo e pescatori sul ghiaccio. Potrete mangiare con i Sami nelle loro abitazioni, e scoprire tutti i segreti di come questo popolo si sia adattato a questi ambienti, come dicevano prima, apparentemente ostili.

Cosa mettere in valigia?

Se dopo quello che avete letto siete attratti dalla Lapponia e dal Circolo Polare Artico, e state già prenotando il vostro viaggio alla volta di Abisko, qualche consiglio pratico su cosa mettere in valigia potrebbe tornarvi utile se intendete viaggiare nel periodo invernale!

Le domande frequenti che ricevo per preparare un bagaglio direzione Lapponia sono sempre le stesse “Che abiti termici devo indossare?”, “Sono sufficienti gli scarponi da montagna o devo indossare delle calzature idonee?”, “Tuta da sci o tuta artica?”

Dovete sempre considerare che nel periodo invernale le temperature possono raggiungere i -30° ( e anche meno), e che il mese di Dicembre è il più freddo, in quanto è il periodo della lunga notte polare dove il sole non sorge mai (nemmeno per sbaglio!).

abisko

Vediamo insieme  come preparare un bagaglio adeguato per non congelare durante il vostro viaggio in Lapponia.

  1. Intimo termico, magari in lana merinos, vi sarà parecchio di aiuto soprattutto nelle vostre avventure  da “aurora hunters”;
  2. Guanti: meglio le moffole perché i guanti classici con le dita non tengono caldo tanto quanto i guanti unici perché il calore si disperde;
  3. Copricapo: decisamente passamontagna e sopra un bel colbacco (ve ne sono di carinissimi e caldissimi anche in pelo sintetico “faux fur”);
  4. Calze: meglio se in lana merinos; mantiene la temperatura facendo nel contempo traspirare il piede. Ricorda: piedi caldi corpo caldo!
  5. Pantaloni e tuta: non è necessaria la tuta artica, basta una calda tuta da sci con sotto una buona stratificazione; mi raccomando materiali termici, calzamaglia termica, maglie termiche e dei bei maglioni caldi, felpati e pile.
  6. Antivento: necessario ma non indispensabile per sigillare il calore all’interno del vostro abbigliamento termico; tenete presente, anche, che durante, ad esempio, le escursioni in motoslitta o con gli Husky vi verranno fornite delle tute apposite.
  7. Costume da bagno,:proprio così amici avventurieri! E’ rinomata la sauna Lappone e ogni hotel ne è provvisto.

Abisko e la Ricerca Scientifica

Non può passare inosservato che Abisko giochi un ruolo importante e fondamentale per la ricerca scientifica. Abisko Scientific Research Station è una moderna struttura che offre e supporta una serie di ricerche scientifiche che spaziano dagli ecosistemi alpini e sub-alpini, osservazione, monitoraggio e sperimentazione hi-tech in ambienti terrestri e lacustri.

La stazione scientifica di Abisko fa anche parte della University of the Arctic e dal 2010 la stazione è gestita e diretta dal Segretariato Svedese per la Ricerca Polare.

Lago Torneträsk
Il Lago Torneträsk

La stazione custodisce dati importanti come informazioni meteorologiche, temperatura dell’aria e del suolo, dati sulle precipitazioni e raggi UV fin dal 1913. In ultimo, fa parte della ITEX (International Tundra Experiment) che studia gli effetti dei cambiamenti ambientali circumpolari.

Il viaggio in Lapponia sta per volgere al termine, e sicuramente vorrete portare a casa un souvenir! Un consiglio: evitate l’oggetto di massa (per intenderci, le renne le trovate anche all’Ikea) e indirizzatevi verso capi caldissimi tipici o utensili in legno tutti di manifattura locale, saranno un meraviglioso ricordo di una grande e profonda avventura!

Laura Abbate

Osservatorio Artico © Tutti i diritti riservati

Laura Abbate
the authorLaura Abbate
Sportiva e amante dei viaggi, lavoro in una Compagnia Aerea straniera. Appassionata del grande Nord con me andremo alla scoperta della Lapponia svedese con luoghi, curiositá, cucina e lifestyle.

Lascia un commento

quattro × quattro =

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità dell'Artico?

Entra nella più grande community degli appasionati dell'Artico, unisciti a oltre 2500 iscritti

Grazie per esserti iscritto e benvenuto tra noi!