CanadaTrasporto

Il Canada mette in acqua una nuova unità per il pattugliamento nell’Artico

Fonte: Department of National Defence

Nel 2023 la nave sarà trasferita sulla costa occidentale, con la base navale di Esquimalt come porto di partenza designato.

Nuove unità per pattugliare l’Artico

Prosegue il rinnovamento della flotta della Royal Canadian Navy (RCN) con la consegna della terza nave da pattugliamento artico e offshore (AOPS) Max Bernays. Costruita da Irving Shipbuilding Inc. di Halifax, Nuova Scozia, è la terza di sei nuove AOPS consegnate alla RCN attraverso la National Shipbuilding Strategy (NSS), un’iniziativa che sostiene l’industria e l’occupazione canadesi. 

“Progettata con uno scafo spesso e robusto, l’AOPS migliora significativamente le capacità e la presenza delle forze armate canadesi (CAF) nell’Artico, consentendo alla RCN di affermare e difendere la sovranità artica”, secondo il governo locale. 

Il contributo della RCN

“Con il considerevole spazio per il trasporto di merci e la capacità di imbarcare un elicottero Cyclone, piccoli veicoli e barche dispiegabili, l’AOPS ha la versatilità per supportare una gamma completa di operazioni e contribuire alla sicurezza globale in coordinamento con i nostri alleati”.

HMCS Max Bernays rimarrà presso il cantiere Her Majesty’s Canadian Dockyard Halifax, anche se i lavori di preparazione finale della nave sono stati completati. Nel 2023, la nave sarà trasferita sulla costa occidentale, con la base navale di Esquimalt come porto di partenza designato. La costruzione della sesta AOPS è iniziata con la cerimonia del taglio della lamiera il 15 agosto 2022.

Articolo pubblicato originariamente su ShipMag / in partnership con Osservatorio Artico.

Osservatorio Artico © Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

quattro × 3 =

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità dell'Artico?

Entra nella più grande community degli appasionati dell'Artico, unisciti a oltre 2500 iscritti

Grazie per esserti iscritto e benvenuto tra noi!