giovedì, Agosto 22, 2019
osservatorioartico@gmail.com
EuropaFinlandiaTrasporto

Una ferrovia europea artica? Il progetto in attesa dei volumi cargo

ArcticToday fa il punto sulla situazione, e qui di seguito vi proponiamo il testo integrale tradotto.

«Vi è un significativo interesse internazionale in una potenziale ferrovia tra Rovaniemi, nel nord della Finlandia, e Kirkenes, un porto sulla costa artica norvegese. Ma restano dubbi sulla possibilità o meno di realizzare la ferrovia entro il 2030. La quantità di merci e lo sviluppo della rotta del Mare del Nord sono tra i fattori che causano insicurezza.

La Finlandia continua a spingere per costruire una ferrovia artica e le prospettive per la creazione di una tale tracciato sono state una delle tematiche chiave del Forum delle Imprese Artiche in Finlandia la scorsa primavera.

Timo Leho, Development Manager della North Laponia Region, è tra coloro che conoscono meglio il progetto.
La scorsa settimana ha tenuto un discorso alla tradizionale conferenza di Barents a Tromsø, in Norvegia.

Il tema della conferenza di quest’anno è l”The Borderless Nordic”;, sottolineando in particolare come l’infrastruttura necessaria, le attività sostenibili e i maggiori vantaggi competitivi possano essere garantiti nella regione di Barents.

©Arctic Today

Una nuova ferrovia artica – un’idea supportata su entrambi i lati del confine norvegese- finlandese – è un tema ovvio in questo contesto. Ma quanto sono realistiche queste visioni?
Sarà possibile realizzare una tale ferrovia entro il 2030, come vogliono le autorità di trasporto finlandesi? “Dipende. Al momento, non c’è abbastanza carico, tuttavia, se le cose cambiano in futuro, allora potrebbe essere possibile.

So che il ministro finlandese dei trasporti lo vuole e che vuole rafforzare la posizione della Finlandia”, afferma Leho riferendosi al ministro Anne Berner.
A Tromsø, Leho ha fornito ai partecipanti alla conferenza informazioni dettagliate sullo fondo dei piani e una panoramica sullo stato attuale del progetto.

Diversi studi sono già stati fatti e altri sono in corso. La Finlandia sta esaminando diverse opzioni quando si tratta di collegamenti tra le varie ferrovie. Questo studio si svolge a livello regionale e dovrebbe essere pronto per l’anno prossimo.

“Finora, ci sono stati incontri con una serie di parti interessate, tra cui i pastori di renne”, afferma Leho.Il gruppo di lavoro finlandese-norvegese è stato istituito all’inizio di quest’anno e si è riunito per la prima volta a maggio. La prossima settimana si terrà il loro secondo incontro, questa volta a Rovaniemi. Saranno presenti rappresentanti delle autorità norvegesi dei trasporti, della Contea di Finnmark e di Bane Nor, la società statale norvegese responsabile dell’infrastruttura ferroviaria.

Trovare luoghi “accettabili”; in cui costruire una nuova linea ferroviaria artica è una sfida.
L’obiettivo è che la costruzione abbia le minori conseguenze negative possibili per i vari stakeholder. Anche le potenziali compensazioni per le persone colpite, ad esempio la popolazione Saami, sono un tema chiave che deve essere risolto.

Guardando l’intero “corridoio artico”;
Anche la fattibilità della ferrovia, date le quantità di carico, è un elemento chiave.
“Se c’è abbastanza carico, ci sarà un significativo interesse internazionale”, afferma Leho, aggiungendo che questo è strettamente correlato a molti dei futuri partner del progetto prestando particolare attenzione allo sviluppo della rotta del Mare del Nord.

Varie stime sono state fatte qui, così come in altri contesti, indicano che l’NSR fornirà un’alternativa più rapida del 40 percento per il trasporto merci tra l’Asia e l’Europa rispetto alla rotta marittima attraverso il Canale di Suez.

Il Development Manager finlandese non crede che il finanziamento sarà un problema per la ferrovia artica. Ciononostante, ritiene che il problema dell’importo del carico sarà definito per il momento in cui potrebbe sorgere la ferrovia artica: “Gli investitori vorranno rendimenti sui loro investimenti, ovviamente”, dice.

C’è attualmente un grande sforzo in questa direzione da parte norvegese, in particolare a Sør-Varanger, su questo progetto e sullo sviluppo di Kirkenes come futuro hub per la logistica.
“Notiamo un interesse significativo per la ferrovia e siamo stati fortemente incoraggiati a proseguire il processo locale. Sulla base di ciò, vediamo che c’è un chiaro bisogno di avere un canale di comunicazione semplice e trasparente per la raccolta e la diffusione delle informazioni”, afferma la società di sviluppo.

Durante l’autunno e l’inverno, proseguiranno una serie di studi esplorativi con attori locali e regionali coinvolti. L’obiettivo del sito web della Ferrovia Artistica è quello di pubblicare notizie e aggiornamenti sull’ulteriore sviluppo del progetto su base regolare.

Articolo originale di Arctic Today

Lascia un commento

9 + sei =