Ambiente ArticoNorvegia

I più bei fiordi norvegesi. E come si sono formati

Una delle meraviglie naturali più spettacolari al mondo, i fiordi sono un’attrazione imprescindibile per chi vuole viaggiare in Norvegia.

Come nasce un fiordo

I fiordi norvegesi sono una delle meraviglie naturali più spettacolari e iconiche del mondo, attrattive turistiche di grande rilevanza per la Norvegia. La loro formazione risale a milioni di anni fa, durante le ere glaciali. I fiordi sono in realtà valli glaciali, scavate da potenti ghiacciai che si muovevano lentamente verso il mare. Durante le glaciazioni, i ghiacciai esercitavano una forza immensa sul terreno sottostante, erodendo le rocce e creando profonde valli a forma di U. Quando le ere glaciali terminarono e i ghiacciai si ritirarono, queste valli furono inondate dall’acqua del mare, formando gli impressionanti fiordi che conosciamo oggi.

Il processo di formazione dei fiordi è un racconto di cambiamenti climatici e geologici su vasta scala. Le enormi masse di ghiaccio che coprivano la Norvegia durante l’ultima era glaciale avevano uno spessore di diversi chilometri. Quando il clima cominciò a riscaldarsi circa 10.000 anni fa, i ghiacciai iniziarono a sciogliersi e ritirarsi. Questo processo ha portato a un sollevamento della crosta terrestre, un fenomeno noto come “rimbalzo isostatico“, che ha ulteriormente modellato il paesaggio norvegese.

Il risultato di questo lungo e complesso processo geologico è stato la creazione di scenari mozzafiato: profondi fiordi incastonati tra montagne maestose, con pareti rocciose che si innalzano a picco sul mare. Questi fiordi non sono solo una testimonianza della potenza della natura, ma anche ecosistemi ricchi di biodiversità. Le acque profonde dei fiordi offrono un habitat ideale per una varietà di specie marine, mentre le ripide pareti rocciose e le aree circostanti ospitano una ricca flora e fauna terrestre.

Oggi, i fiordi norvegesi sono tra le destinazioni turistiche più ambite al mondo, attirando milioni di visitatori ogni anno. Il loro fascino risiede non solo nella loro bellezza naturale, ma anche nella loro accessibilità. Molti fiordi possono essere esplorati tramite crociere, escursioni in kayak e trekking, offrendo esperienze uniche e indimenticabili. La combinazione di paesaggi drammatici, attività all’aperto e la tranquillità della natura fa dei fiordi norvegesi una meta imperdibile per chiunque ami il viaggio e l’avventura.

Geirangerfjord

Geirangerfjord

Il Geirangerfjord è uno dei fiordi più famosi e fotografati della Norvegia, situato nella regione di Sunnmøre, nella contea di Møre og Romsdal. Dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, questo fiordo è rinomato per le sue imponenti cascate come le “Sette Sorelle” e il “Velo della Sposa”. Il villaggio di Geiranger, alla fine del fiordo, offre spettacolari punti panoramici come Flydalsjuvet e Dalsnibba. Una crociera lungo il Geirangerfjord è un’esperienza imperdibile per immergersi nella bellezza incontaminata della natura norvegese.

Sognefjord

Sognefjord

Con i suoi oltre 200 chilometri di lunghezza, il Sognefjord è il fiordo più lungo e profondo della Norvegia. Situato nella regione del Vestlandet, il Sognefjord è spesso chiamato “Re dei Fiordi“. Tra i luoghi di interesse lungo il fiordo, spiccano il villaggio di Flåm, famoso per la spettacolare ferrovia Flåmsbana, e il Nærøyfjord, un braccio del Sognefjord dichiarato Patrimonio dell’Umanità. Gli escursionisti troveranno numerosi sentieri panoramici, come quello che porta alla cascata di Kjosfossen.

Hardangerfjord

Hardanger
Foto: Sveinung Klyve

L’Hardangerfjord, situato nella contea di Vestland, è il terzo fiordo più lungo del mondo e il secondo più lungo della Norvegia. Questo fiordo è celebre per i suoi frutteti in fiore durante la primavera e le spettacolari cascate, tra cui Vøringsfossen, una delle cascate più alte della Norvegia. Il fiordo offre anche l’accesso al ghiacciaio Folgefonna, dove è possibile praticare escursioni sul ghiaccio e ammirare panorami straordinari. La città di Odda, situata alla fine del fiordo, è un’ottima base per esplorare la regione.

Lysefjord

Lysefjord

Il Lysefjord, nella contea di Rogaland, è famoso per le sue formazioni rocciose mozzafiato, tra cui il celebre Pulpit Rock (Preikestolen) e il Kjeragbolten, un masso incastrato tra due pareti di roccia. L’escursione al Pulpit Rock offre una vista spettacolare sul fiordo sottostante e attira migliaia di visitatori ogni anno. Anche il villaggio di Lysebotn, alla fine del fiordo, è un punto di partenza ideale per avventurarsi in escursioni indimenticabili.

Nærøyfjord

Nærøyfjord

Il Nærøyfjord, un braccio del Sognefjord, è uno dei fiordi più stretti della Norvegia e una delle destinazioni naturali più affascinanti del paese. Questo fiordo è stato inserito nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO per la sua bellezza straordinaria e l’importanza ecologica. Le crociere che solcano le acque del Nærøyfjord offrono viste spettacolari su pareti di roccia a picco e villaggi pittoreschi come Gudvangen. Gli amanti della natura possono esplorare la zona attraverso numerosi sentieri escursionistici che offrono viste panoramiche incredibili.

I fiordi, meraviglie imperdibili

I fiordi norvegesi rappresentano una delle meraviglie naturali più straordinarie del mondo. Pianificando il tuo viaggio in Norvegia, assicurati di includere queste spettacolari insenature naturali nel tuo itinerario. Che tu sia un amante della natura, un appassionato di escursioni o semplicemente desideri ammirare panorami mozzafiato, i fiordi norvegesi non ti deluderanno. Preparati a vivere un’avventura indimenticabile tra le meraviglie geologiche della Norvegia, colme di bellezza incontaminata e simbolo della maestosità della natura.

Osservatorio Artico © Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

uno × quattro =

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità dell'Artico?

Entra nella più grande community degli appasionati dell'Artico, unisciti a oltre 2500 iscritti

Grazie per esserti iscritto e benvenuto tra noi!