Affari Militari

Gli Stati Uniti potranno dispiegare i propri militari in Finlandia

Un anno di negoziati tra Washington e Helsinki per arrivare a un patto di cooperazione militare che avvicinerebbe gli Stati Uniti al confine russo.

Gli spazi finlandesi per l’esercito americano

Sarebbero in corso da oltre un anno i negoziati tra gli Stati Uniti e la Finlandia, fresco nuovo membro della NATO, per un patto di cooperazione militare. Una firma che, stando ai media finlandesi, aprirebbe le basi militari finlandesi alle truppe statunitensi.

Ma i militari USA non passerebbero dalla Finlandia per un’esercitazione di routine. Avrebbero spazi e basi a disposizione per creare nuovi depositi di armi, hangar per veicoli e altre attrezzature. Un’accelerazione sulle relazioni non solo diplomatiche, ma militari, tra la Casa Bianca e l’ultimo membro della NATO in termini cronologici, in attesa che la Svezia abbia via libera all’ingresso.

(U.S. Army photo by Markus Rauchenberger)

Finlandia e Russia condividono oltre 1300 chilometri di confine, di cui la maggior parte in boschi e zone remote. Appena al di là del confine, Mosca ha costruito negli anni una forza militare e di intelligence di prim’ordine. La prima linea del fronte in termini di uomini, mezzi e strutture, per quanto riguarda l’accesso all’Artico (a Occidente).

Il prossimo passo

“I negoziati (USA-Finlandia) si sono svolti con uno spirito collaborativo. La bozza di accordo passerà ora al processo politico”, ha dichiarato in una nota Mikael Antell, vicedirettore generale del Ministero degli Esteri finlandese.

La conclusione dell’accordo di cooperazione in materia di difesa con gli Stati Uniti era uno degli obiettivi fissati dal governo del neo-primo ministro finlandese Petteri Orpo. Ora deve passare al Parlamento finlandese per la ratifica.

Esercitazione militare statunitense in Lapponia. Fonte: Facebook/U.S. Army Europe and Africa

“Lo scopo del documento è quello di chiarire il quadro per la cooperazione con un importante alleato, e di consentire alle parti di approfondire la loro cooperazione in tutte le situazioni di sicurezza”.

“L’accordo non fissa limiti al numero di truppe o esercitazioni che ci saranno qui, ma la questione potrebbe essere negoziata ogniqualvolta la Finlandia lo desideri”, ha riferito Yle.

Leonardo Parigi

Osservatorio Artico © Tutti i diritti riservati

Leonardo Parigi

Sono Laureato in Scienze Politiche Internazionali all’Università di Genova e di Pavia. Sono giornalista pubblicista, e collaboro con testate nazionali sui temi di logistica, trasporti, portualità e politica internazionale.

Articoli Recenti

SOS Arctic 2024, missione compiuta!

La spedizione è finita! L'ultimo racconto di viaggio di Enrico Gianoli dalla spedizione SOS Arctic…

3 ore fa

Artico, materia d’intelligence

La Società Italiana di Intelligence (SOCINT) crea un Osservatorio di Intelligence sull’Artico allo scopo di fornire analisi…

22 ore fa

La campagna elettorale del ghiacciaio Snæfellsjökull

Sabato 1° giugno si sono tenute in Islanda le elezioni presidenziali. A dispetto dei pronostici,…

23 ore fa

New Wild Nord. Il tesoro nascosto della Groenlandia

I processi di decarbonizzazione del pianeta e le nuove tecnologie aprono una nuova caccia al…

2 giorni fa

SOS Arctic 2024, il ritorno sulla terra

Il racconto di viaggio di Enrico Gianoli dalla spedizione SOS Arctic 2024 dell'11 giugno 2024. Osservatorio…

3 giorni fa

I nuovi parlamentari artici a Bruxelles

Le elezioni europee regalano alla regione artica tre eletti, dalle aree settentrionali della Finlandia e…

4 giorni fa